sabato 18 agosto 2018
17.12.2011 - Andrea Di Blasio

Sanremo: una mattinata al mercato per combattere la crisi economica

Dalla Francia in pullman per fare acquisti.

Il mercato del martedi e del sabato di Sanremo, da sempre attira migliaia di cittadini e turisti che girando tra le bancarelle cercano il prodotto a buon mercato. In tempi di crisi, anzi no, di recessione, il mercato rimane uno dei pochi luoghi dove poter fare buoni affari e contrastare l'aumento dei prezzi. Borse, maglie, scarpe, alimentari, giocattoli e quant'altro sono pronti ad essere acquistati; nella classifica dei generi più gettonati del mercato troviamo scarpe, intimo, alimentari che si aggiudicano i primi tre posti di questo podio.

Ma a chi dovrebbe andare la medaglia d'oro, sono sicuramente i prezzi, super convenienti: da un minimo di 2 euro ad un massimo di 66 euro, partendo da accessori per la casa fino alle borse, classico oggetto del desiderio di tante donne. Ma come scrivevamo poc'anzi, le scarpe sono l'accessorio che la fa da padrone, dai 10 ai 40 euro sono miriadi i modelli pronti per essere calzati ai piedi del parsimonioso acquirente. Chi ha la passione per il nostro mercato, sono sicuramente i cugini d'oltralpe che settimanalmente organizzano pullman con direzione Sanremo, dove fare incetta di prodotti, soprattutto vestiario e alimentari.

Ad un venditore di prodotti alimentari, abbiamo chiesto come mai i francesi vengano in Italia a comprare il formaggio, ad esempio: "Pur essendoci in Francia ottimi formaggi - ha spiegato il venditore - prediligono il prodotto italiano perchè più genuino e particolare." Non solo alimentari ma anche fiori, infatti sono pochi i transalpini che tornano in Francia senza portarsi dietro un fiore locale, visto che, per assurdo rispetto a noi, oltralpe è più forte la tradizione di regalare ad amici o parenti dei fiori. E quale migliore occasione è comprarli qui a Sanremo? Sono giorni in cui anche i venditori africani abusivi di merci griffate, riescono a fare qualche buona vendita di borse o cinture 'tarocco', sempre che i vigili o la polizia non riescano a sequestrargliele prima...

Anche gli storici ristoranti di piazza Eroi Sanremesi e dintorni, offrono i cosiddetti 'menu turistici', a partire da 16 euro tutto compreso, una vera 'manna' per i francesi che vogliono togliersi lo sfizio di mangiare un piatto di pasta. Il mercato ambulante ed il suo contorno, soffrono si la crisi ma riescono, seppur con fatica, a contenerla grazie a questa grande 'passione' dei francesi per i nostri prodotti, il più delle volte artigianali che nel loro paese non troverebbero se non a prezzi molto elevati.

Insomma recessione o no, il mercato è un valido punto di riferimento per tutti coloro che non hanno elevate possibilità economiche, oltre ad essere un volano per il turismo del ponente ligure.

 

 

Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo