martedì 24 aprile 2018
14.07.2012 - redazione

Imperia provincia a forte vocazione artigiana, il numero di imprese è superiore alla media nazionale

Diffuso oggi lo studio di Confartigianato Liguria, nella nostra provincia più di un quarto delle imprese sono artigiane, altissimo il numero di quelle under 35 rispetto la media regionale e nazionale.

 

Quella di Imperia si riscopre, o meglio si conferma, una provincia a forte vocazione artigiana. Lo evidenzia molto chiaramente il rapporto nazionale curato dall'ufficio studi della Confartigianato, presentato in occasione della recente assemblea 2012, che ha proposto una puntuale ed approfondita fotografia del territorio italiano con tutte  le province e le regioni. I numeri di questa analisi, infatti, evidenziano l'importanza che l'artigianato imperiese ricopre, con un peso nell'ambito dell'economia locale maggiore sia rispetto alla media regionale sia a quella nazionale.

In provincia di Imperia, per esempio, le 8.155 artigiane registrate rappresentano il 29,2% di tutte le imprese, contro il 23,8% italiano ed il 28,5% ligure. L'incidenza sociale dell'artigianato nell'estremo ponente della regione è infatti di 3,7 imprese ogni 100 abitanti e di 7,6 ogni 100 famiglie (in Liguria 2,9 e 6; in Italia 2,4 e 5,7).

Tutto questo si ripercuote, di conseguenza, anche sull'occupazione con 13.606 lavoratori nelle imprese artigiane, un numero che rappresenta il 27,7% dell'occupazione complessiva delle imprese. Quindi, in pratica, per quel che riguarda le imprese quasi un lavoratore su tre è un artigiano. Un dato molto al di sopra della media ligure del 19,6% e nazionale del 18,3%. Alto anche il numero di apprendisti nell'artigianato 1.125, pari al 38,7% del totale, rispetto al 30,4% calcolato in Liguria e al 31,8% in Italia.

Di grande speranza è poi l'aspetto che riguarda i giovani artigiani al di sotto dei 35 anni, che ad Imperia, con 10.251 unità, costituiscono il 19% del totale degli imprenditori del settore, rispetto al 16,8% su base regionale e al 18,3 nazionale.

Un dato significativo è infine quello relativo al valore aggiunto che l'artigianato porta all'economia locale. In provincia di Imperia il peso è di 804,5 milioni di euro, equivalente al 15,8% del totale. Al di sotto di questa soglia, anche in questo caso, i valori regionali (11,7%) e nazionali (12,8%).

Questa attenta analisi conferma quindi come la provincia di Imperia sia quella dove l'artigianato ricopre una porzione molto importante all'interno dell'economia locale, con un'incidenza maggiore non solo rispetto a tutte le altre province liguri, ma anche al di sopra della media nazionale in ogni suo aspetto.

“Questi numeri – è il commento di Confartigianato Imperia - confermano che la provincia di Imperia è una provincia di Santi, Navigatori, Poeti ma sopratutto artigiani, che nonostante i problemi e la crisi, trovano nelle loro idee imprenditoriali la voglia di promuoversi e mettersi in gioco. Adesso il momento ci obbliga a prendere posizioni forti: abbiamo bisogno di risposte dalla politica, di fatti tangibili e reali. Non ci bastano più le promesse. Saremo in grado di capire e spiegare quali politici avranno realmente sostenuto con il loro operato l'artigianato e di conseguenza l'economia provinciale e l'occupazione”.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo