martedì 24 aprile 2018
17.11.2012 - VALERIO GAMBACORTA

Regione: a rischio slittamento il programma di sviluppo rurale?

Se il negoziato sulla Politica agricola - una delle politiche comunitarie di maggiore importanza, “non si concluderà entro l’estate, il rinvio al 2104 è certo, è per la Liguria ci saranno ricadute negative”, ha affermato l’assessore all’Agricoltura della Regione Liguria Giovanni Barbagallo, a margine di un incontro a “Olioliva 2012”, a Imperia.

Bisognerà infatti verificare a quanto ammonteranno le risorse che verranno assegnate in questo anno di attesa e che impatto avranno sui bisogni del comparto- in crisi- nel territorio ligure.

Dei circa 170 milioni di euro dell’attuale PSR 2007-2013, la Regione Liguria ne ha già liquidati  oltre 90 e il rimanente è già impegnato, un lavoro che vede la Liguria fra le regioni italiane più virtuose. Il programma comunitario- notizia emersa dalla giunta Burlando di venerdi- serve ad aiutare, attraverso bandi specifici, il rifacimento delle infrastrutture e della viabilità nelle aree agricole delle Cinque Terre e della Val di Vara. Quanto ai temuti futuri dimensionamenti nel nuovo PSR “Il gioco delle compensazioni e il fatto che il nostro territorio è svantaggiato, i tagli, per la Liguria, dovrebbero essere contenuti”.

Barbagallo è anche convinto che il braccio di ferro in atto a livello di Comunità europea sui fondi da assegnare “alla fine finirà con un ridimensionamento di  tutti i fondi UE, compresi quelli per l’agricoltura. Anche se, nel gioco delle compensazioni e il fatto che il nostro territorio è svantaggiato, il taglio dei fondi, per la Liguria, dovrebbe essere contenuto”.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo