martedì 22 settembre 2020
20.01.2012 - REDAZIONE

Province e momento politico: le considerazioni di Sappa

Il Presidente della Provincia L. Sappa offre alcuni spunti di riflessione al termine dell'incontro che ha visto un confronto in Provincia tra gli amministratori locali. Quale il futuro dell'Ente Provincia?

"L’incontro di ieri, presso la Sala dei Comuni, che ha visto un confronto tra gli amministratori locali del territorio imperiese, la Regione Liguria e l’Amministrazione provinciale – sottolinea il Presidente della Provincia di Imperia Luigi Sappa -  ha evidenziato un quadro normativo alquanto contraddittorio e comunque denso di dubbi e perplessità sul futuro degli Enti locali. La doppia manovra romana, quella di agosto e il piu’ recente Decreto Salva Italia, alquanto scoordinati tra loro sul versante specifico delle Autonomie Locali, ha di fatto creato per i Comuni, e non solo quelli piccoli, con l’introduzione delle Convenzioni per la gestione associata di servizi e delle Unioni, significative incertezze circa i livelli di riduzione dei costi e di mantenimento dei servizi sul territorio, già penalizzati dalla soppressione delle Comunità Montane. Ma è l’Ente Provincia a presentare un quadro ancor piu’ allarmante – evidenzia Luigi Sappa - in vista dell’assoluta incertezza circa le funzioni che dovrà continuare a svolgere, quelle che verranno riassunte dalla Regione e infine quelle trasferite ai Comuni. La nostra Amministrazione ha avviato una serie di consultazioni interne onde pervenire nei tempi dovuti alla formulazione del bilancio preventivo: un bilancio che presenta, ad oggi, minori risorse trasferite per circa sei milioni, cifra destinata ad aumentare. Si rende quindi impellente individuare la copertura per i servizi essenziali, sfoltendo al massimo quelli che non rappresentano interessi primari dell’azione amministrativa provinciale. Edilizia scolastica, trasporti, rete viaria stradale, tutela e gestione del territorio, funzioni in campo ambientale, funzioni nel campo dello sviluppo economico relative ai servizi del mercato del lavoro sono le tematiche qualificanti che dovranno trovare necessariamente copertura, al fine di un mantenimento razionalizzato dei servizi e per un incisivo rilancio economico. Ciò comporterà, al fine di mantenere la risorsa umana d’eccellenza costituita dai lavoratori di questo Ente nelle loro funzioni, una doppia, energica rivisitazione programmatica che stiamo già elaborando in base alla generale tendenza di riduzione dei costi e di razionalizzazione delle risorse interne all’Ente, con una ristrutturazione e un blocco del turn over che alleggeriscono le previsioni di spesa sul versante del costo del globale del personale. Anche la pianta organica e l’organigramma retributivo saranno oggetto di ogni possibile ridimensionamento. Ogni correttivo, senz’altro da introdurre, dovrà essere calibrato in relazione alle nuove funzioni della Provincia" continua Sappa.

"A fronte di un indispensabile riallineamento delle deleghe, anche la struttura amministrativa dovrà seguire le direttrici dell’accorpamento e della ridefinizione funzionale. Quindi si tratta di un duplice intervento, sia sul piano politico-istituzionale con una miglior formulazione e adeguamento dei compiti al mutare del quadro normativo (che comunque quest’anno dovrebbe definirsi) sia sul piano strutturale e organizzativo. A ciò corrisponde un analogo impegno, con l’assoluta volontà di trovare, attraverso il confronto con le organizzazioni sindacali, con le categorie economiche e con tutte le espressioni sociali del Ponente ligure,  la necessaria tutela delle risorse umane e territoriali verso la creazione di aree tematiche coerenti con gli obiettivi ordinamentali dell’Ente, per svolgere quelle funzioni che i cittadini esigono e che gli hanno democraticamente conferito, e che la Provincia di Imperia ha sempre erogato e che continuerà ad erogare".

Il Presidente Sappa aggiunge: "Non va sottaciuta la necessaria - ed avviata-  opera di messa in sicurezza, per mantenere al nostro territorio il grande e prezioso patrimonio immobiliare costituito da un secolo e mezzo di lungimiranti acquisizioni da parte dell’Amministrazione provinciale, con l’adozione degli strumenti giuridici idonei a garantirlo e a renderlo piu’ funzionale e integrato in accordo con i Comuni e con il tessuto produttivo locale".

"Questi sono gli obiettivi – conclude il Presidente Luigi Sappa - la sfida per un nuovo ruolo della Provincia, pur nel quadro normativo confuso già accennato, deve rispondere comunque a questi riferimenti propositivi: garantire ai cittadini servizi primari, tutelare i lavoratori dell’Ente, porre in sicurezza il territorio con azioni mirate, e condivise,  di sviluppo concreto".


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo