sabato 24 agosto 2019
15.09.2012 - REDAZIONE

Soldano: approvato il piano d'emergenza previsto dalla Regione

Comunicato Stampa

Il Consiglio Comunale  del Comune di Soldano ha definitivamente approvato il Piano di Emergenza previsto dalla Legge regionale n. 9/2000.

Il piano  , ideato dall'architetto Massimo SALSI , è stato redatto attraverso un  procedimento che, partendo dall'analisi dei possibili  rischi, ha delineato degli ipotetici scenari in riferimento ai quali  le strutture comunali si prepareranno  a  fronteggiare l'emergenza.

Il piano promuove un “ codice di  comportamento “ attraverso il quale  il sindaco ed i responsabili, siano essi amministratori, tecnici e volontari , affidano  responsabilità specifiche a persone  preparate  per fronteggiare la crisi .

Attraverso la messa in pratica delle  determinazioni contenute  nel manuale , in caso di emergenza  sarà chiaro il ruolo di ognuno,  e ciò che ci si aspetta  da tutte le figure previste dal piano.

Lo strumento operativo  si articola in cinque moduli  distinti :

IL RISCHIO IDROGEOLOGICO ;

IL RISCHIO NIVOLOGICO

IL RISCHIO D'INCENDIO

IL RISCHIO  SISMICO

ALTRI RISCHI

prevedendo nel dettaglio  ogni comportamento da attuarsi dai responsabili dell'Amministrazione  nei confronti di tutte le  strutture  definite “ a rischio “  dagli  scenari  prefigurati .

E'  previsto infine un piano di evacuazione per circa 450 persone  da atturasi nei casi estremi .

Il piano infine termina con la progettazione preliminare  di una serie di interventi necessari a  difendere meglio la popolazione di Soldano .

·Realizzazione area di ammassamento mezzi e risorse ;

·Realizzazione zona di attesa  ;

·Previsione area idonea al ricovero delle persone;

·Segnalatori di pericolo;

·Posa  idranti ;

per un importo complessivo di  € 215.000,00.

Il Sindaco   si dichiara molto  soddisfatto degli approfondimenti sviluppati sul territorio comunale , certo che  il piano  potrà aiutare le strutture comunali ad operare con  maggiore efficienza .

Fimanò  ha inoltre in mente di promuovere un opuscolo contenente  le misure di autoprotezione per ogni  tipologia di rischio da diffondere in ogni casa , e di  affrontare   almeno una esercitazione   all'anno  per mettere alla prova l'efficienza della  squadra di protezione  civile  che oggi conta   oltre 30 elementi e presto  si convenzionerà con la  squadra del Comune  di San Biagio della Cima  aumentando  così partecipazione ed efficienza . 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo