mercoledì 21 agosto 2019
15.04.2012 - Alice Borutti

Taggia: Genduso a Villa Boselli, Manni contro il PDL

Continuano gli incontri di Vincenzo Genduso, Sindaco di Taggia ricandidato per il secondo mandato con la lista “E' ancora tempo”. Confronto pubblico con gli altri 3 candidati, urbanistica (PUC), e iniziative per le scuole e i giovani i capisaldi della serata che anche qui come nell'incontro a Palazzo Lercari ha visto una grande affluenza di pubblico. Manni: "se il PDL non si presenta con il simbolo è perchè si vergognano"

Vincenzo Genduso respinge fin da subito le accuse apparse oggi sul quotidiano “La Stampa” in cui lui e Alberghi venivano definiti dei “deforestatori” in quanto nel corso della loro amministrazione pare che siano state abbattute e mai sostituite ben 60 piante, sostenendo che in maggior parte si trattava di scelte dei privati oppure di piante pericolanti.

Ribadisce il suo essere “non politico”, non in cerca di poltrone e che in caso in cui non venga eletto, tornerà a tempo pieno a svolgere la propria professione di psicologo, ma che comunque in caso di rielezione manterrà l'incarico da vice presidente di Area 24 perchè non vi ravvisa finora delle incompatibilità.

Il problema dei posteggi di Taggia viene relegato al frutto di 30 anni di amministrazioni e piani regolatori precedenti in cui “si è costruito senza pensare a dove posteggiare, per cui i nuovi posteggi sono stati realizzati in prossimità dei centri commerciali di recente realizzazione, vedi il Leclerc e il Carrefour”.

Fa quindi un'accenno alla passeggiata sul lungomare e alla conseguente perdita dei posti auto, progetto deliberato proprio dalla giunta Genduso con Alberghi Assessore ai Lavori Pubblici, per cui si limita a dire che per quest'anno sarà percorribile e verranno ripristinati alcuni posti auto.

Genduso affronta poi una voce che gira da tempo, ossia che la sua campagna elettorale sia finanziata da imprenditori edili: “Io ho dietro degli impresari costruttori a finanziare la mia campagna? : non è vero, stiamo finanziandoci con i nostri soldi o con i soldi che noi stessi stiamo raccogliendo ora in campagna anzi, vi invito a farci un'offerta”.

Continua poi con i risultati dei 5 anni della sua amministrazione: "Abbiamo siglato un protocollo d'intesa con la Provincia per le ex Caserme Revelli per portare avanti un progetto per individuare in quell'area un polo scolastico-sportivo, pare che ci fossero dei fondi stanziati già nel '90 per realizzare un polo sportivo nella stessa area, a proposito della sicurezza nelle scuole abbiamo fatto molto ma ancora molto c'è da fare, sono orgoglio so di aver fatto chiudere le scuole Papa Giovanni perchè pericolanti, abbiamo rifatto tutto il tetto della Colombo e tutti i pavimenti della Pastonchi perchè contenevano amianto, in totale 1milione e 600 mila euro sono stati spesi per la sicurezza scolastica", "Sotto la scuola media Ruffini sono stati predisposti dei servizi che fungono da asilo nido integrativo" e la "pista ciclabile verticale è un'intervento importantissimo perchè riqualifica una strada perchè ha reso ospitale una strada che era precedentemente invivibile" . Riguardo al cordolo definito pericoloso dal PDL e alla mancanza del passaggio pedonale ha riferito che una volta che arriveranno i nuovi finanziamenti quest'ultimo verrà messo in opera e che comunque il passaggio dei pedoni è sempre più sicuro di prima. Sabato 21 aprile ci sarà l'inaugurazione della pista ciclabile verticale alle 16:30 dalla foce dell'Argentina.

Riguardo la raccolta porta a porta ha riferito che questa è stata attivata per tutte le utenze, "stiamo aspettando l'arrivo delle certificazioni antimafia delle aziende che hanno vinto la gara, dopodichè partiremo immediatamente".

Ringrazia anche gli Assessori che non fanno più parte dell'attuale Giunta, dimissionari o estromessi, perchè il lavoro che hanno realizzato in questi anni è stato realizzato insieme, ma si reputa un Sindaco “scomodo” che è riuscito a reintrodurre un'etica diversa e contro i “poteri forti”, riuscendo comunque ad attrarre 12 milioni di finanziamento senza l'appoggio di partiti. Vogliamo portare a termine il programma di questi ultimi 5 anni.

Ivan Lombardi, candidato consigliere e attualmente Assessore, ha spiegato ai presenti come il sito di Colli per lo smaltimento dei rifiuti fosse già stato individuato ma da altri, non dal Comune di Taggia. infatti già il 16 settembre del 1996 veniva recepito un protocollo d'intesa tra Regione, Provincia e Comune, e che l'Assessore dell'epoca, Gilardino, invitava il consiglio Comunale di Taggia a valutare l'impianto di smaltimento con cui servire Taggia. Successivamente questo impianto diventa nelle delibere d'uso provinciale, poi di compostaggio e dopodichè in accordo di programma i Comuni (non solo quello di Taggia) davano delega alla Provincia allo smaltimento dei rifiuti, impegnandosi a portarli nella discarica o impianto individuato e con la gestione dell'azienda risultante vincente della gare bandita dalla Provincia.

Mario Manni, anche lui Assessore in dirittura d'arrivo, ha fortemente sostenuto l'indipendenza della lista Genduso rispetto il "sistema di potere di Imperia" perchè loro dell'amministrazione Genduso "non hanno mai dovuto obbedire alle telefonate e ai dettami provenienti da Imperia, a differenza di quelli del PDL, e guardate come sono finiti? con i Comuni commissariati o con l'attuale situazione del Porto di Imperia. Se non si presentano con il simbolo del PDL è perchè si vergognano!!".

 

Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo