lunedì 19 agosto 2019
28.09.2011 - antonio vanzillotta

Vallecrosia: i primi 100 giorni di Biasi

A lavori in corso chiediamo al sindaco di Vallecrosia come pensa di presentare il territorio ai suoi abitanti

Nonostante la giovane età non è una figura nuova in politica: da più di una quindicina d’anni, in Alleanza nazionale prima, col Pdl dopo e molta gavetta nell’amministrazione in ambito locale, da assessore ai lavori pubblici a vicesindaco. In tema di amministratori locali sostiene Biasi che c’è un percorso di continuità per avvicinare i giovani alla politica e renderli partecipi del territorio. Quest’incarico è frutto di un percorso politico locale per sviluppare un territorio come Vallecrosia, conosciuta negli anni come dormitorio del Ponente.

A lui questa etichetta non piace. Anzi, sottolinea che in cantiere ci sono diversi progetti avviati tra cui, il primo in corso d’opera, il ponte di via Roma attivato con l’aiuto della Regione Liguria. Sono previste poi la riqualificazione dei palazzi fatiscenti dell’Aurelia e una serie di collaborazioni con le realtà locali per promuovere i prodotti della città, come ad esempio “colori, sapori e profumi”. E ancora, migliorare le spiagge attrezzandole con tutti i confort: passerelle per i portatori handicap, spazi per i bimbi, area per cani; ottimizzare l’offerta per i turisti aumentando le strutture alberghiere e perfezionando i locali già attivi sul territorio.

Cambiando argomento tastiamo il terreno dell’accorpamento dei comuni e la risposta è netta: “Sono d’accordo per diversi motivi: il primo riguarda l’efficienza e poi il risparmio. Infatti con Camporosso, comune adiacente e giunta di diverso colore politico, c’è già un progetto di accorpare alcuni servizi cha vanno dall’ambiente al territorio, anagrafe e polizia municipale”. E aggiunge: “ Con gli accorpamenti non verrà licenziato nessuno dei 57 impiegati; man mano che andranno in pensione verranno riviste le mansioni”.

Prima di lasciarlo alle incombenze di primo cittadino, chiediamo la sua opinione sulla mancata vittoria al concorso di Miss Italia di Miriam Protino. “La mia concittadina ha perso per un solo voto ma essendo di pensiero libero e democratico, sono tranquillo!”.

 

Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo