giovedì 23 maggio 2019
15.01.2013 - REDAZIONE

Concessioni demaniali sulla "fuori/cantieristica": quali deroghe?

Le proroghe fino al 2020, infatti, non valgono per tutti. I dettagli della manovra posta in essere dalla Regione Liguria nel comparto pesca e fuori/cantieristica.

Fra gli ultimi provvedimenti di fine anno approvati dal Parlamento la legge del 17 dicembre 2012 n.221  ha introdotto la proroga dal 31  dicembre 2015 al 31 dicembre 2020 delle concessioni demaniali marittime con finalità “turistico-ricreative”. Rientrano in questa categoria, gli stabilimenti balneari, gli esercizi commerciali, le strutture ricettive.

Successivamente, con la legge di stabilità 2013 del 24 dicembre, il Parlamento  ha esteso la portata della proroga al 2020 anche alle concessioni demaniali marittime, lacuali e fluviali, con finalità sportive e di nautica da diporto, compresi i punti d’ormeggio, approdi e porti turistici. Anche queste concessioni sarebbero scadute a fine 2012.

Restano  escluse dalla proroga altre importanti tipologie di concessioni, anch’esse in scadenza a fine 2012. Sono:  la cantieristica e le attività produttive in genere e la pesca professionale. Per queste concessioni il rinnovo sarà subordinato a procedure “ad evidenza pubblica” secondo la normativa europea.

Lo ha reso noto l’assessore all’Urbanistica e alla Pianificazione Territoriale e Urbanistica e Demanio della Regione Liguria Gabriele Cascino.

 

 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo