giovedì 23 maggio 2019
15.01.2013 - REDAZIONE

Riviera Trasporti: basta bugie, la Provincia azzeri i vertici e metta mano al portafoglio!

"Il Gruppo del PD in Provincia chiede che nella vicenda RT la Provincia svolga il suo ruolo e che non ci si nasconda dietro inesistenti responsabilità altrui sulla pelle di lavoratori e utenti".

Il piano di tagli presentato da Riviera Trasporti è l’ulteriore riprova del solco profondo che si è scavato negli anni tra gli interessi generali che fanno capo alla Provincia e quelli piuttosto particolari che RT, principale società partecipata dell’ente, concretamente persegue.

In seguito al nuovo Accordo di Programma sul Trasporto Pubblico Locale, la proposta di RT di ridurre drasticamente i chilometri di  servizio, con la conseguente collocazione di 50 dipendenti in cassa integrazione, è una proposta inaccettabile e dannosa.

Si colpirebbero  i servizi ai  cittadini socialmente e territorialmente disagiati (ovvero redditi bassi, famiglie numerose e abitanti dell’entroterra) che più hanno necessità di un servizio pubblico di trasporto e la parte operativa dei lavoratori RT, senza avviare quel processo di efficientamento gestionale della società che è invece prioritari rispetto ad ogni altro tipo di condotta.

La Provincia deve fare la sua parte; è  infatti  paradossale l’azzeramento totale dei trasferimenti annunciato dall’ente, che è il principale socio di RT, quando la Regione e i Comuni hanno confermato sui livelli ordinari l’impegno economico per il 2013. 

Siamo particolarmente stupiti che sugli organi di stampa la Giunta Sappa cerchi di scaricare sulla Regione, che ha mantenuto i propri impegni, tutte le proprie responsabilità, giocando sulla pelle di utenti e dipendenti. 
Parlare di tagli della Regione è solo una grossolana bugia!

Ma è altrettanto vero che da una seria revisione delle voci di costo del bilancio di RT e da una più efficace lotta contro gli evasori si possono ottenere risorse in grado di compensare almeno in parte la riduzione dei trasferimenti pubblici. E’ troppo facile mantenere vecchie abitudini e tagliare solo chilometri e posti di lavoro!

In un momento nel quale è più che mai doveroso valutare responsabilmente tutti gli interessi che sono in gioco si assiste invece ad un inaudito e prolungato braccio di ferro tra RT e la Provincia, con prese di posizioni della società e atteggiamenti che solo la debolezza e i tentennamenti della giunta Sappa in qualche modo assecondano.

La sfiducia nei confronti dell’attuale dirigenza di RT è stato unanimemente evidenziato, oltre che da tutti i rappresentanti delle sigle sindacali e dall’intera opposizione, dalla stessa maggioranza consiliare di centrodestra,  nella prima seduta dei lavori della commissione trasporti svoltasi ieri.

Vista la situazione, come gruppo provinciale del Partito Democratico riteniamo che  ci siano tutti i  presupposti per rinnovare radicalmente i rapporti con RT.
Tale rinnovamento dovrà  passare:

in primo luogo, dall’azzeramento degli attuali vertici gestionali e dirigenziali della società, in quanto inadeguati allo svolgimento dei ruoli che sono stati loro assegnati;

in secondo luogo, da un maggior impegno che la Provincia deve assumere nei confronti del trasporto pubblico locale, liberando dal proprio bilancio le risorse necessarie a garantire lo svolgimento di un servizio adeguato alle esigenze del territorio.   


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo