mercoledì 11 dicembre 2019
09.10.2012 - VALERIO GAMBACORTA

Calcio locale: in nazionale brilla la "stella" del savonese El Shaarawy

Era dagli anni di Christian Panucci che un calciatore ponentino (anche Christian, figlio d'arte, è di Savona) non vestiva la maglia della nazionale italiana. El Shaarawi, padre egiziano madre italiana, è stato convocato da Cesare Prandelli per le due partite prossime partite della nazionale.

Stephan ha soltanto 21 anni ma un talento "abbacinante": al Milan se ne sono accorti solo da poco; ma le sue finte e controfinte, i suoi tiri al "fulmicotone" e i suoi goals stanno servendo, e molto, ad un "Diavolo" ben distante dalle posizioni che contano in campionato.

Nato a Savona da madre italiana e padre egiziano è il perfetto prototipo dell'Italiano del futuro: quello di una generazione capace di essere radicata nel proprio territorio ma nello stesso tempo capace di muoversi senza timori in una società sempre più cosmopolita.

Stephan, conseguita due anni fa la maturità in un Istituto Tecnico di Savona, ha completato il proprio tirocinio calciastico alla "scuola" Genoa. Di lì, lo scorso anno, ha spiccato il volo verso Milano. Le difficoltà d'ambientamento non sono mancate ma quest'anno, complice l'assenza di "star" strapagate in casa Milan, l'esplosione.

Domenica scorsa la convocazione in nazionale: Venerdì partita contro l'Armenia a Yerevan, Mercoledì prossimo a Milano contro la Danimarca; il tutto in funzione qualificazione ai Campionati Mondiali di calcio 2016.

A Savona gli amici di infanzia di Stephan hanno fatto festa. Stephan, a tutt'ora, appena può rientra a casa e passa le serate con gli amici di sempre. Insomma, il "velinismo" tipico di certi calciatori "moderni" pare non averlo ancora toccato.

Cesare Prandelli se lo coccola e lo terrà d'occhio in tal senso...


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo