mercoledì 20 novembre 2019
08.12.2011 - Alessandra Chiappori

Pallanuoto: La Mediterranea Imperia sconfitta dalla Fiorentina

7-8 il risultato finale che impedisce di aggiungere un tassello importante nella corsa verso le semifinali per lo scudetto

Mediterranea Imperia

Si è chiusa con un’amara sconfitta interna il girone di andata della A1 femminile della Mediterranea Imperia. Davanti alla Menarini Fiorentina, le ragazze di Marco Capanna hanno subito un 7-8 che riapre i giochi per la qualificazione alla Final Four. Troppe imprecisioni in fase di tiro e la velocità delle toscane nelle ripartenze sono le due chiavi di interpretazione del pomeriggio poco brillante delle imperiesi.

L’avvio di partita è stato all’insegna della tattica e di qualche errore di tropo della Mediterranea in fase di conclusione a rete. Ha sbloccato il punteggio Merci Stieber, in superiorità numerica, ma le imperiesi non sono comunque riuscite a prendere il largo. Sull’unica incertezza difensiva della squadra di casa ha pareggiato la Corrizzato, ma Elisa Casanova, a 20 secondi dal primo intervallo, ha sfoderato la magia del 2-1. Nel secondo quarto il copione non è cambiato e ha proseguito invece l’alternanza di reti. A bersaglio sono andate la fiorentina Lapi (su rigore), la Emmolo e la Lavorini, che ha fissato il 3-3 sul quale si è andati al cambio di panchine.

Nella prima metà del terzo quarto la Mediterranea ha incontrato difficoltà più marcate. La Fiorentina ha completato il sorpasso con la Lapi e ha scavato un duplice vantaggio con la Corrizzato. Un botta e risposta tra Stieber e Tortora lascia le sorti immutate ma Elena Russo, sfruttando una falla nella difesa ospite ha siglato il 5-6 che ha ridato speranza per gli ultimi otto minuti. Alla prima azione dell’ultimo quarto un rigore trasformato dalla fiorentina Giachi ha però freddato i sogni delle giallorosse. Gorlero e Risivi sono riuscite a ricucire lo strappo ma a 1’09” dalla sirena conclusiva la Acampora ha trovato il gol che ha segnato la prima sconfitta interna della Mediterranea.

“Può capitare di perdere – ha affermato il coach Marco Capanna – ma oggi non abbiamo costruito niente di buono per il nostro futuro e questo è un risvolto ancora più negativo rispetto al risultato finale. Evidentemente ho sbagliato a impostare la partita ma quando si studiano alcune soluzioni bisogna applicarle. Abbiamo mancato di linearità e davanti a una squadra attenta e determinata come la Fiorentina è stato un difetto che abbiamo pagato caro. Avevamo la possibilità di mettere un piede nella Final Four, lo abbiamo fallito. Torniamo con i piedi per terra e lavoriamo sodo per la prossima partita perché con questo tipo di gioco rischiamo di perdere con tutte le avversarie, mentre invece vogliamo puntare a campionato e coppa”.

La Mediterranea tornerà già in acqua sabato pomeriggio, per la prima giornata del girone di ritorno. In programma c’è la trasferta a Bologna, contro una squadra che con la vittoria odierna ha abbandonato l’ultimo posto in graduatoria.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo