sabato 26 settembre 2020
28.05.2012 - Alessandro Giacobbe

Pallonetto a Villa Viani il 26 e 27 maggio

Notevole affermazione pontedassina nel torneo di palla elastica (pallonetto) di Villa Viani. Andrea Ventimiglia si conferma astro giovanissimo della specialità, ben coadiuvato dai tattici terzini Pasqualino Anselmi e Franco Calmarini.

Villa Viani è una delle patrie della balètta della Provincia di Imperia. Ci sono voluti due giorni di gare, compresa la domenica mattina, cioé 26 e 27 maggio, affinché il primo torneo stagionale avesse i suoi sovrani.

Le sorprese non sono mancate. In finale è giunta dunque la squadra di Andrea Ventimiglia, di Pontedassio, dunque a due passi da Villa Viani, contro l’accreditata formazione dell’elegante battitore Davide Somà, con il chirurgico Roberto Acquarone e Giorgio Cherchi, che per la domenica ha sostituito la mano veloce di Marco Simone.

Ne è scaturita una partita equilibrata fino al quinto gioco, poi Ventimiglia ha preso il largo, giocando bene anche in ribattuta, con i terzini molto ginnici davanti e gli avversari non capaci di adattarsi sul periodo più lungo. Una partita corretta, come tutto il torneo, cosa che fa bene allo sport, come ha dichiarato l’autorevole arbitro della finale, Luca Lepri. La storia del raduno: ben 13 formazioni all’avvio, sul difficile asfalto della grande piazza di Villa Viani, il “Ciàn”. Il tutto con l’organizzazione della Pro Loco di Villa Viani.

Non mancavano i giocatori locali, come un feroce Roberto De Lucia, un esperto Enrico Michelis, che per poco non è entrato nelle “favolose otto”. Due squadre sono arrivate dal sempre fecondo ambito di Sant’Agata di Oneglia, con Luca Mela, Antonio Mela, Roberto Bernardi, Luca Lepri e via dicendo. Presente anche l’agguerrita dinastia dei Gheza, con il patriarca Paolo e i vari Nicolò, Alex e via dicendo. Importante anche la presenza di tanti giocatori di Pontedassio e dell’area portorina. La Pro Loco di Villa Viani, con il presidente Rainaldi e le signore impegnate sul campo, ha raccolto il meglio degli sponsor: il frantoio Paolo Viani, l’azienda agricola Stefano Viani con i suoi vini, il frantoio di Angela Minasso, tutti di Villa Viani, il frantoio di Sant’Agata di Oneglia, da sempre vicino al mondo sferistico, come i Fratelli Merano, quindi Latte Alberti, il frantoio Giovanni Ramoino di Pontedassio e Videoservice.

Il torneo ha visto partite di notevole livello, con diversi giovani battitori in evidenza, segno di un rinnovamento della situazione sferistica. Nei quarti di finale sono usciti la squadra di Roby De Lucia, giovanissima, Claudio Somà con Piero Merano, Paolo Dulbecco con i fedelissimi Gheza e Giovanni Ranoisio con Claudio Balestra ed Alessandro Giacobbe, al termine di una partita tiratissima contro la terna di Davide Somà.

Quest’ultimo vola poi in finale vincendo lo scontro con il fantasioso Fabio Arrigo, l’elastico Silvano Anfossi e Paolo Bracco che aveva preso il posto di Paolo Somà (senior). Dall’altra parte del tabellone, Ventimiglia vince il derby con Federico Odasso, potentissimo, che ha giocato con Paolo Chiapello (alla fine sostituito da Claudio Somà) e Damiano Giribaldi. Alla fine, terza la squadra di Arrigo e quarta quella di Odasso, mentre della finale tutto si è detto. E dunque, arrivederci a Sant’Agata di Oneglia il 16 e 17 giugno: nel caruggio dove si incrociano le palline impazzite di un gioco al cardiopalma.  

 

Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo