domenica 9 dicembre 2018
15.07.2012 - Alice Borutti

La Festa delle Erbe di Cosio d'Arroscia, cucina bianca e civiltà pastorale FOTOSERVIZIO

Si è svolta oggi l'8° Festa delle Erbe a Cosio d'Arroscia, nel comune montano si è celebrata la civiltà delle malghe liguri, della cucina bianca e delle erbe che hanno fatto la fortuna della gastronomia ligure nel mondo

Basilico, maggiorana, timo, rosmarino, salvia, bietole e non solo sono state il cuore delle celebrazioni di oggi a Cosio d'Arroscia, centro montano della civiltà occitana delle Alpi Marittime. 

In un percorso gastronomico snodato lungo i carrugi del paese si sono alternati animatori e un gruppo di suonatori di stornelli alla scoperta non solo della cucina bianca e dell'utilizzo delle erbe aromatiche e officinali ma anche degli attrezzi da lavoro della civiltà delle malghe e di come si viveva fino a non molto tempo fa.

Diverse le case e le cantine aperte con pezzi di arredamento "delle nostre nonne", utensili e i campanacci delle mucche, riccamente decorati per poter sfoggiare, orgogliosi, alle fiere la più bella della propria stalla.

A Cosio d'Arroscia è stato anche aperto un Museo delle Erbe, per conoscere il patrimonio della gastronomia ligure e per difenderne la sua specificità in un'epoca di vera e propria globalizzazione del gusto e allontanamento dalla tradizione alimentare.

Tradizione ben rappresentata dal pane e dalla salvia fritti, dalla polenta bianca, fatta con patate e resa gustosa dai porri, dalle turle, pasta fresca con ripieno di patate e menta, dai "ravioli" di bietole e cicoria e dall'immancabile bruzzo, in un menu' ricco anche se decisamente vegetariano.

Una festa decisamente riuscita e ben organizzata che ha riscosso successo non solo tra gli imperiesi saliti per la domenica in montagna ma anche tra i numerosi turisti stranieri sempre più innamorati del nostro entroterra, come constatato anche dall'Assessore Regionale all'Agricoltura Giovanni Barbagallo accompagnato dal Consigliere Provinciale Riccardo Giordano.

 

Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo